Nuovo utente?
  Nome utente :     Password :   Remember

Diaterna Valica

Pubblicato da Graziano Ago « »

Print version Email Link Google KML Download

Foto

 
Show thumb images on the map (only if user set it for waypoint)

Diaterna Valica

Pubblicato da Graziano Ago « »


Trekking
« »
Stato: Italia Inizio: MinEle: 336 m
Regione: Toscana Fine: MaxEle: 1467 m
Città:
 
Waypoints: 4 Dislivello salita: 331 m
Distanza:
 
11.3 km
Downloads: 34 Dislivello discesa: 255 m
Data report:
 
Aug 20, 2009
Pubblicato: Aug 21, 2009 Hits: 2379
           
  Votazione Media

Tags



Diaterna Firenzuola

Descrizione

Commenti






Un itinerario all'interno delle gole del Diaterna Valica, lontano dai soliti percorsi, in un luogo in parte ancora incontamenato che offre suggestivi paesaggi ed il sapore del wildness .

Parcheggiata l’auto nella piccola frazione di Cerrreta, prosegui seguendo le indicazioni per località Gualiguando lungo la stradella che corre parallela al torrente 50 metri più in alto, sulla riva dx ( idrografica) ignorando le deviazioni che ti porterebbero a scendere al torrente. Arrivato ad un gruppo di case continua dritto ignorando il segnavia bianco/rossi che salgono al Monte Coloreta (vedi altro mio itinerario Cerreta-M.Coloreta). Prosegui lungo la strada che è in falsopiano con brevi salite ( rari segnavia bianco/azzurri). Vai avanti fino ad  un bivio in corrispondenza di una casetta con uno storto comignolo in lamiera, poco sotto lo stradello sterrato che ora prosegue in decisa salita. Qui devi prendere a dx,.iI sentiero ampio, ma non segnato, passa davanti alla vecchia abitazione e perde leggermente quota. Questo tratto è ben tracciato, ma non ha segnavia, quindi occorre prestare attenzione per non perdere la via. Tieniti sempre nel bosco ad una cinquantina di metri dal corso d’acqua. Evita tutti i bivi dei camminamenti che ti porterebbero al torrente. Passi diversi impluvi fino ad incrociate un bivio (sulla sx) con uno stradello più ampio che ha segnavia rossi: ignoralo e procedi dritto lungo il sentierino ed in breve sbuchi sul piano di una vecchia cava abbandonata di pietra Serena (WP CAVAD). Ora segui l’evidente traccia fino a raggiungere il torrente nei pressi di un vecchio attraversamento per i lavori d’estrazione. Ora il GPS serve a poco perché il segnale è debole, dato il luogo incassato fra le profonde gole e la folta vegetazione.

Se risali lungo l’alveo a monte ( in traccia per un tratto) incontri scorci stupendi ed incontaminati: marmitte, forme erosive e pozze (a volte profonde) d’acqua cristallina, alcune delle quali vanno superate con facili arrampicate sulle pareti circostanti. Sei totalmente immerso nella natura, qui, ancora poco contaminata dall’uomo. E’ facile incontrare animali selvatici che s’aggirano in questi luoghi lontano dalle umane vicende. (Se hai costanza e voglia puoi risalire il torrente fino alla SP 117 che attraversa il Diaterna in località carpine di Peglio -non in traccia-).

Per il ritorno si tratta di percorrere tutto l’alveo in discesa, dove potrai osservare suggestivi depositi di travertino, cascatelle e laghetti custoditi dalle pareti d’arenaria che a volte s’affacciano con spigolosi macigni a strapiombo sul percorso.

Il letto del torrente è molto accidentato e non esiste un'unica via, quindi il  percorso va cercato e “personalizzato” tra i massi e gli specchi d’acqua che a volte sbarrano il cammino.

 Al (WP CONFDIA) sei alla confluenza con l’altro ramo del Diaterna che scenda Bordignano. (Di questo braccio del Diaterna ho aggiunto la traccia (rossa). Per chi lo volesse percorrere l'itinerario è semplice e non presenta difficoltà di smarrire la strada. Si tratta di restare sempre lungo l'alveo fino a che non si arriva in prossimità della località Calcinara di Bordignano dove il torrente è attraversato dalla provinciale con un piccolo ponte. Questo settore seppure suggestivo è molto meno bello del Diaterna Valica.)

Dal (WP CONFDIA) proseguendo verso valle, dopo poco raggiungi località Cerreta e in corrispondenza di un piccolo ponte sospeso, sulla dx c’è un ampio stradello che sale direttamente alle case dove hai lasciato l'auto. Se però hai ancora voglia di gustarti il fascino del luogo, procedi verso valle per alcune centinaia di metri (in traccia) per poi risalire, per facile stradina, alla frazione di Cerreta da dove sei partito.

Il tempo di percorrenza e la distanza variano da quanto risali il torrente quando lo incroci poco sotto al (WP CAVAD), in generale varia dalle 4 ore (se scendi subito senza percorrere nessun tratto a monte)  alle 6,30 ore se decidi di arrivare fino alla SP 117 e tornare a Cerreta .

 Per i tratti senza sentiero, il lungo e accidentato percorso nell’ alveo del torrente e gli elementari passaggi in roccia d’affrontare, è un itinerario per escursionisti esperti  EE
 Attenzione: percorrere il torrente in inverno o in periodo di abbondanti piogge può essere molto pericoloso, perché la sua portata diventa molto copiosa. In questi casi si richiede una certa pratica di torrentismo ed è meglio dotarsi di mute perché tanti passaggi sono possibili solo entrando in acqua.

 Carta: Appennino Toscoromagnolo n° 25/28  1:25000 ed. Multigraphic

Come arrivare

Cerreta è raggiungibile dalla SP 610 che costeggia il Santerno.
Provenendo da Firenzuola, poco dopo la frazione di Scheggianico, prendi a sx una strada che risale la valle del Diaterna. Dopo circa 3 km arrivi a Cerreta; attenzione che a non c’è posto per più di 3 auto.

Tracks & Routes


Nome Descrizione Distanza Dislivello salita Dislivello discesa  
Diaterna Bor Diaterna di Bordignano. Percorso non compreso nella descizione 3 Km 65 m 26 m
Vedi altimetria
Diaterna Val Diaterna Valica 8 Km 266 m 229 m
Vedi altimetria

POIs (Points of Interest)


Picture Description Coordinates Elevation Icon

Srad Lat: 44.149422 Lon: 11.414763 445 m

RIO Lat: 44.146466 Lon: 11.404299 431 m

CAVAD Lat: 44.147215 Lon: 11.400491 430 m

CONFDIA Lat: 44.153526 Lon: 11.420864 344 m