Nuovo utente?
  Nome utente :     Password :   Remember

Cres

Pubblicato da Giorgio Bertini « »

Print version Email Link Google KML Download

Cres

Pubblicato da Giorgio Bertini « »


Ciclismo MTB
« »
Stato: Croazia Inizio: Camp Slatina MinEle: -2 m
Regione:
 
Isola di Cres
Fine: Camp Slatina MaxEle: 331 m
Città:
 
Waypoints: 0 Dislivello salita: 1161 m
Distanza:
 
61.8 km
Downloads: 12 Dislivello discesa: 1141 m
Data report:
 
Jul 31, 2009
Pubblicato: Aug 20, 2009 Hits: 1417
           
  Votazione Media

Descrizione

Commenti






latina - Stivan – Cres – Grmov
Consiglio di effettuare il lungo trasferimento su asfalto da Slatina a Cres ( 28 km. ) di prima mattina col fresco e con poco traffico. Vale senz’altro la pena di girare per il centro di Cres in bici. Dirigersi poi verso il Marina di Cres, dove sulla sinistra della sbarra di ingresso, inizia una cementata, poi sterrata, che gira attorno al golfo di Cres seguendo l’acquedotto che viene dal lago di Vrana, poi percorre a mezza costa tutto il golfo di Valun. Solo qualche passaggio in ghiaione e pietraia, per il resto 11,5 km. di sterrato abbastanza facile, sempre in vista della baia di Valun e del golfo del Quarnaro.  All’ incrocio con l’asfalto e, a lato di questo, imboccare la cementata che gira attorno alla parte di sud ovest del golfo. Questa strada non è altro che l’acquedotto di Cres, proveniente dal lago di Vrana. La sterrata prosegue verso Valun con bel panorama sul golfo.  All’incrocio con l’asfalto girare a sinistra. Se avete birra vale la pena visitare Valun per il caffè, altrimenti dirigersi verso Lubenice, 3,2 km di asfalto, ma 400mt dopo Podol, proseguire dritto verso Grmov, nonostante il segnale di divieto di accesso che vale solo per le auto normali( la strada principale fa una curva a gomito in questo punto) Dopo Grmov, alla fine della strada, voltare a destra verso Stivan e chiudere il giro.

Arcipelago di Cherso e Lussino

I puristi della MTB potrebbero non considerare Cherso e Lussino come mete appetibili, ma chi ha in programma una vacanza al mare in queste zone, farà sicuramente bene a caricare anche la bici.
Realizzare percorsi circolari in isole strette e lunghe è problematico, come problematico risulta  evitare lunghi tratti di asfalto. Nei fuoristrada, sia carraie che single treck, data la geomorfologia calcarea dell’isola, bisogna affrontare tratti di pietraie appuntite che mettono a dura prova le doti di robustezza del mezzo. Gli erbivori isolani hanno selezionato nei millenni ogni genere di arbusto spinoso. Consigliate quindi gomme molto robuste, meglio tubeless, e una buona scorta di ricambi.
Percorrendo gli antichi sentieri dei pastori, meglio seguire le indicazioni a forma di piccole piramidi di pietre, oppure tracce di vernice rossa, o piccoli cerchi rossi, piuttosto che le tracce fresche delle pecore che spesso conducono solo agli abbeveratoi. Richiudere i cancelli chiusi, lasciare aperti i cancelli aperti. Il rovescio della medaglia sono le acque cristalline, panorami e tramonti stupendi sul golfo del Quarnaro, il profumo di 1.500 specie vegetali, agnello, maialino e pesce da leccarsi i baffi.

Tracks & Routes


Nome Descrizione Distanza Dislivello salita Dislivello discesa  
2009-07-31 4 No Description 62 Km 1161 m 1141 m
Vedi altimetria