Via del Sale Varzi

Pubblicato da alessandro menozzi  


Mototurismo
Stato: Italia Inizio: MinEle: 852 m
Regione: lombardia Fine: MaxEle: 1526 m
Cittą: varzi Waypoints: 0 Dislivello salita: 684 m
Distanza: 10.1 km Downloads: 137 Dislivello discesa: 202 m
Data report: Sep 22, 2018 Pubblicato: Jul 21, 2008 Hits: 4386
           
 

Descrizione



LA VAL CURONE E LA VIA DEL SALE..

(20 LUGLIO 2008)

Un meteo non entusiasmante e tanta voglia di relax.. e così la meta diventa la Val Curone, una zona non lontana da Milano a cavallo tra le province di Pavia e Alessandria. Una telefonata agli amici Cerry e Roby ed eccoci a Villanterio, da qui prendiamo in direzione Zavattarello, tagliamo per le dolci colline dell'OltrePò e presto ci troviamo nella bellissima Varzi. Due chiacchiere e proseguiamo verso la Val Curone, la nostra meta è Lunassi, una piccola frazione di Fabbrica Curone, che conta sette abitanti fissi che diventano circa trecento nel periodo estivo. In questo paesino il Circolo Lunassese ha creato un piccolo museo della vita contadina raccogliendo strumenti e oggetti d'antiquariato degli stessi abitanti. Raggiungiamo il paese verso mezzogiorno e così dopo un semplicissimo e graditissimo aperitivo, andiamo a visitare il museo attivo dal 2000. Chiacchieriamo un po' con il responsabile, sicuri di tornare ancora, soprattutto dopo aver sentito i buonissimi profumi che escono dalla cucina del circolo.. Ci rimettiamo in moto e tornando sui nostri passi troviamo nel piccolo affluente del torrente Curone un buon posticino per il nostro pic-nic. Il sole si nasconde tra le nubi, qualche goccia rinfresca l'aria e propizia una lunga pennichella. Tre ore di bellissimo riposo, persi in mezzo ad una natura brulla, incontaminata e lontana dal traffico. Siamo ormai a metà pomeriggio e così decidiamo di tornare verso casa, magari senza far la stessa strada.. e così decidiamo di provare a scavallare la valle e raggiungere la Val Staffora.. avevo curiosato un po' su internet, sapevo che la strada c'era, ma non sapevo esattamente da dove partiva, se era asfaltata o meno, l'unica cosa che conoscevo era l'esistenza di una serie di strade vicinali.. ed eccoci alla ricerca della giusta via, raggiungiamo il piccolo paese di Forotondo.. dopo un vano tentativo, un gentile signore del posto ci spiega da dove poter prendere la giusta via. Perfetto! Presto l'asfalto cede il posto a un fondo naturale reso regolare da una gettata di ghiaia, la strada si inerpica dolcemente seguendo le forme della montagna, attraversiamo boschi bellissimi e presto ci dobbiamo fermare.. c'è un cancello.. un cartello vicino ci avvisa che si può passare ma bisogna stare attenti a richiuderlo, in quanto è zona di pascolo. Siamo immersi nella natura e presto scopriamo di essere sulla Via del Sale, o meglio stiamo percorrendo un tratto di questa serie di vie, antiche rotte per il trasporto del sale e del commercio in genere che scavallando l'Appennino collegavano la Liguria alla Pianura Padana. Nate per evitare ai trasportatori dell'epoca dogane e banditi, solitamente queste vie sono collocate sui declivi dei monti, restano spesso in cresta per poi attraversare boschi e scendere a valle raggirando i paesi abitati. Sono felice! Spesso ho sentito parlare di queste vie ma esserci sopra e tutta un'altra cosa! Presto il bosco cede il passo al pascolo, un altro cancello e poi eccoci sul Monte Bagnolo (mt. 1547). Ci fermiamo ad ammirare l'Appennino in tutta la sua bellezza, il cielo mischia l'azzurro al grigio intenso di nubi attraverso le quali parchi raggi cercano di raggiungere il suolo creando delle piccole righe verticali grigio chiaro. Da qui si vedono il Passo del Penice, quello del Brallo e più a ovest il Passo del Giovà. L'aria fresca e il vento ci fan ricordare che la giornata volge al termine. Accendiamo le moto e proseguiamo la sterrata, scendiamo di quota e la terra presto cede il posto all'asfalto. Prendiamo nuovamente per Varzi, percorrendo la Val Staffora. Tagliamo per le colline dell'OltrePò che a loro volta cedono il posto alla pianura. É giunto il momento di dividerci, salutiamo i nostri amici di scampagnata e si torna a casa con il sorriso sotto al casco.

Grazie Roby, grazie Cerry, un lampeggio alla prossima.

Morgana e Flipper

foto e report completo su: http://www.motoflipperando.it

Tracks & Routes


Nome Descrizione Distanza Dislivello salita Dislivello discesa  
via del sale No Description 10 Km 684 m 202 m