Nuovo utente?
  Nome utente :     Password :   Remember

Paneveggio Rolle

Pubblicato da federico musso « »

Print version Email Link Google KML Download

Paneveggio Rolle

Pubblicato da federico musso « »


Ciclismo MTB
« »
Stato: Italia Inizio: Moena MinEle: 1018 m
Regione:
« 
Trentino
Fine: Predazzo MaxEle: 2192 m
Città:
 
Moena
Waypoints: 0 Dislivello salita: 1429 m
Distanza:
 
48.8 km
Downloads: 0 Dislivello discesa: 2464 m
Data report:
 
Aug 8, 2010
Pubblicato: Jan 11, 2020 Hits: 493
           
  Votazione Media

Descrizione

Commenti






PASSO LUSIA, PANEVEGGIO E PASSO ROLLE Caratteristiche: Zona: valli di Fiemme/Fassa - Predazzo/ Moena lunghezza: circa 59 km utilizzando la funivia, circa 65 senza funivia Dislivello: salita 1650 mt. usando la funivia, 2.200 mt.senza – discesa 2.200 mt. Cartina: Carta Kompass n. 76 Pale di San Martino 50.000 oppure Carte Tabacco nr.06 (Moena) nr.14 (Predazzo) e nr.22 (Pale di San Martino) 25.000 Luogo di partenza: indifferentemente Predazzo o Moena Questo è un tour che fatto più volte, senza peraltro mai portarlo a termine totalmente in fuoristrada in quanto, per la sua lunghezza, è capitato sempre di doverlo tagliare nella parte finale decidendo per l’asfalto. Va quindi programmato con qualche accorgimento, in primo luogo optando per la funivia per superare la salita da Moena a Passo Lusia, come dirò dettagliatamente in seguito. Il giro può partire indifferentemente da Predazzo o da Moena, tenuto conto che, all’inizio o alla fine, è necessario percorrere il fondovalle fra queste due località (circa 11 km), solo in parte in fuoristrada, seguendo il percorso di quella che in inverno è la Marcialonga. Altra cosa da sottolineare è che all’inizio dell’inverno 2018 la tempesta Vaia ha distrutto vaste aree di bosco ed ha colpito in particolare la foresta di Paneveggio. Malgrado i lavori ancora in corso, anche nell’estate 2019 molti sentieri sono rimasti impercorribili ed i tempi si prevedono lunghi, per cui, prima di affrontare uno di questi giri, è bene informarsi in zona sulla fribilità dei sentieri. Il giro è in senso orario. Arrivati quindi a Moena se si è iniziato da Predazzo, o partendo da questa, occorre lasciare il fondovalle e prendere la strada asfaltata per Falcade; dopo pochi km e duri tornati ci s’imbatte nella stazione di partenza della funivia a due tronconi che porta a passo Lusia. Come detto all’inizio raccomandiamo caldamente di effettuare la salita in funivia per risparmiare minimo due ore di tempo ed evitare l’alternativa dei durissimi 7-8 km al 15% di pendenza della strada di servizio che costituivano la famigerata salita iniziale della storica Rampilonga. Per cui anche in questo caso è bene informarsi in anticipo sui periodi di apertura di questo impianto. Arrivati a Passo Lusia e scesi al Rifugio, occorre prendere lo stradello che corre a lungo fra prati e boschi praticamente in piano e che punta ad est verso le Pale di san Martino, offrendo uno dei panorami più belli delle Dolomiti. Arrivati a Malga Bocche si scende verso il lago di Paneveggio. La discesa è un semplice stradello alternato a tratti di single track (comunque ci sono diverse alternative che portano tutte allo stesso punto, una di queste si imbocca prima di incontrare Malga Bocche) e si sbuca più o meno nei pressi del centro Visitatori del Parco di Paneveggio che merita una sosta (andate a vedere il punte sospeso sull’orrido del torrente). Da qui si dovrebbe prendere la strada che porta a Falcade ma c’è un sentiero nel bosco che la costeggia; presto però si lascia questa direzione quando s’incontra, ad una sbarra, l’inizio della Val Venegia che si deve percorrere tutta, in salita prima lieve e nella parte finale dura, a tornanti. Possibile fermarsi per una sosta a Malga Venegia o Malga Venegiota. Anche se si tratta di un semplice stradello, questo corre alla base delle Pale ed il paesaggio è mozzafiato. La valle termina a Passo Rolle, ma prima s’incontra la Baita Segantini ove è bene mangiare dato che ci si capita all’incirca all’ora giusta. Lasciata la Baita Segantini un breve stradello conduce alla strada principale di Passo Rolle; a questo punto occorre per un breve tratto sulla strada e seguendo la traccia GPS trovare (non molto agevolmente) l’imbocco del sentiero, tecnico e divertente, che riporta al Lago di Paneveggio. Qui si potrebbero incontrare le maggiori criticità legate ai danni subìti dal bosco, per cui meglio informarsi prima, come si diceva. Arrivati al Lago, lo si deve costeggiare sulla sinistra e, attraverso stradelli e sentieri, si torna a Predazzo. Per chi non ne avesse abbastanza è possibile anche una deviazione al Lago di Cece che richiede però un’ultima salita. PS Se si vuole visualizzare un’animazione vedi qui: https://ayvri.com/scene/7dj2p0x3ke/ck59rrsvf00013b68z7lx9irh oppure visitare il sito www.ayvri.com ed eseguire ricerca con “Passo Lusia Paneveggio e Passo Rolle”

Tracks & Routes


Nome Descrizione Distanza Dislivello salita Dislivello discesa  
LusiaPaneveg No Description 49 Km 1429 m 2464 m
Vedi altimetria