Nuovo utente?
  Nome utente :     Password :   Remember

Pania & Scaloni

Pubblicato da Fabio Cavazzuti  »

Print version Email Link Google KML Download

Foto

 
Show thumb images on the map (only if user set it for waypoint)

Pania & Scaloni

Pubblicato da Fabio Cavazzuti  »


Ciclismo MTB
« »
Stato: Inizio: Piandelagotti MinEle: 824 m
Regione: Toscana Fine: Piandelagotti MaxEle: 1934 m
Città:
 
Piandelagotti
Waypoints: 0 Dislivello salita: 5621 m
Distanza:
 
66.1 km
Downloads: 6 Dislivello discesa: 5621 m
Data report:
 
Sep 13, 2013
Pubblicato: Oct 8, 2013 Hits: 877
           
  Votazione Media

Tags



orecchiella pania Corfino Scaloni Campaiana

Descrizione

Commenti






Partiamo da Piandelagotti e in breve saliamo a San Geminiano e alle Maccherie, con le prime brinate mattutine. Rampe ripide verso il Passo Giovarello e scolliniamo con gran vedute sulle Apuane e la Garfagnana. Discesa in forestale al Forbici e poi giù verso Casone di Profecchia, dove in prossimità del bivio per il rifugio Cella imbocchiamo un tratturo e poi una traccia di sentiero da testare. Il fondo è ciclabile, le pendenze mai estreme, un pò sporco ma nel complesso promosso a pieni voti, con finale roccioso esposto fin giù al bivio di Foce di Terrarossa. Si risale seguendo il classico anello dell'Orecchiella (al contrario) immersi in maestose foreste, un guado scivoloso e alcune rampe per giungere a Campaiana dove facciamo una sosta rigenerante con torta di mirtilli. Scendiamo lungo il sentiero 54 della "Fonte dell'Amore", un bellissimo single track che aggira la Pania di Corfino in basso e ci conduce ad un luogo idilliaco nei pressi della fonte. Si prosegue con fondo più roccioso nel bosco, fino ad uscirne e a rimanere a bocca aperta per la bellezza dei panorami, rocce strapiombanti ovunque! Un breve tratto bici a mano e si prosegue protetti (in parte) da muretti a secco per passare valloni scoscesi e pietraie, il finale è in tornantini stretti ma fattibili con buona tecnica. Arriviamo a Corfino, pausa panino e lunga salita nel Parco dell'Orecchiella, taglio per il sentiero dei Patatai alla base della parete rocciosa della Pania e passaggio al Centro Visite. Si continua a salire in forestali avvolti nelle alte faggete con canaline colme d'acqua ai bordi della strada e scolliniamo alla Sella di Campaiana. Breve discesa alla Sella della Pania, salita con tratto finale a spinta alla cima della Pania (1603) con panorami notevoli sulle Apuane. Si torna alla sella e si scende per traccia poco evidente in pratoni, poi bosco, fino al rifugio Granaiola e quindi, con tratti più tecnici, a Campaiana. Opto per salire sul crinale tosco emiliano dalla Bocca di Scala, risalendo per una bella forestale che con pendenze mai eccessive porta all'omonimo rifugio a quota 1670. Di lì al Passo degli Scaloni a quota 1920 è praticamente tutto bici a spinta o in spalla, ma i panorami e il clima mite al tramonto allietano la ben poco agevole risalita. I salti di roccia degli Scaloni vengono per fortuna aggirati dal sentiero, solo qualche gradino rende l'ascesa un pò problematica con la bici. Giunto sul crinale lo sguardo spazia ovunque e le macchie di mirtillo cominciano a tingersi di rosso, uno spettacolo! Dal passo ai piedi del Monte Vecchio è tutto ciclabile e divertente fino al Passo Bocca di Scala, poi c'è qualche breve tratto in cui è necessario scendere per le pietre sul sentiero, fino ad immettersi nel bosco per uno spassoso single track spondato e pulito che porta al Passo delle Forbici. Salita agevole al Passo Giovarello e, non avendone abbastanza, salgo anche sull'Alpicella delle Radici per scendere sui bei sentieri che portano al Passo delle Radici, quindi un altro bel mezzacosta fino a San Geminiano. In breve tra sentieri, carraie e asfalto arrivo a Piandelagotti. In totale 68km x 2900 (Garmin) 2650 (CompeGPS)

Tracks & Routes


Nome Descrizione Distanza Dislivello salita Dislivello discesa  
Pania_Scalon No Description 66 Km 5621 m 5621 m
Vedi altimetria