Nuovo utente?
  Nome utente :     Password :   Remember

Catinaccio Loop 02

Pubblicato da Paolo C « »

Print version Email Link Google KML Download

Foto

 
Show thumb images on the map (only if user set it for waypoint)

Catinaccio Loop 02

Pubblicato da Paolo C « »


Ciclismo MTB
« »
Stato: Italia Inizio: Pera MinEle: 1196 m
Regione: TrentinoAltoAdige Fine: pera MaxEle: 2614 m
Città:
 
Pera
Waypoints: 14 Dislivello salita: 3666 m
Distanza:
 
57.5 km
Downloads: 3 Dislivello discesa: 3422 m
Data report:
 
Jul 13, 2013
Pubblicato: Jul 16, 2013 Hits: 646
           
  Votazione Media

Descrizione

Commenti






Difficoltà tecnica: molto alta  (pendenza max in salita + 51% pendenza max in discesa – 47%) Impegno fisico necessario: molto alto Cartografia: cartine Kompass o Tabacco Periodo consigliato: Tutto l' anno con asciutto e senza neve Tipo: FR / all mountain – asfalto su strade chiuse a traffico o secondarie Località di partenza: Al parcheggio della seggiovia per Ciampedie a Pera di Fassa Accesso: Autostrada A22 del Brennero uscita Ora, proseguire su SS48 in direzione Canazei/Val di Fassa. A Pera svoltare a sx per il parcheggio della seggiovia. Descrizione: Il tracciato va percorso in senso antiorario; è una riedizione del percorso dello scorso anno, migliorata come percorribilità, ma sempre molto dura, ma decisamente appagante. Si lascia il parcheggio e si segue il sentiero che porta verso la strada per il Gardeccia chiusa al traffico veicolare (transitano solo mini-bus autorizzati). La salita è moderata nella prima parte e diventa più dura verso la fine .Al Rif. Gardeccia si segue il segnavia CAI 546 a DX. La strada diventa bianca carreggiabile, con sassi e pietre, fino al Rif. Vajolet ; salita durissima, in buona parte pedalabile (strappi molto forti al limite della pedalabilità). Dal Rifugio Vajolet il sentiero si stringe è pedalabile a tratti 50-70% fino al Rif. Passo Principe (ma è comunque una salita sempre molto dura ). Dal P.Principe inizia la prima lunga discesa; si segue il segnavia 11 e si imbocca il ghiaione. Quest’anno la sorpresa è stata che al posto del ghiaione abbiamo trovato il nevaio e con neve abbastanza dura da essere pedalabile; un vero spasso !!! (tra l’altro senza pericolose rocce affioranti). Di fato la pedalabilità è stata al 100% anche il passaggio finale prima del torrente era perfettamente coperto dalla neve. Prima del Rif. Bergamo un paio di punti tecnici e un paio di gradoni eccessivi ed esposti e poi un breve tratto di corda in ferro orizzontale e un paio di stretti tornati in prossimità del rifugio. In questo tratto la pedalabilità PL>90% (diversi tratti esposti a SX). Dal rifugio il sentiero prima scende per poi recuperare quota con bici in spalla, (BiS) per poi proseguire in un bel FR con passaggi tecnici non banali, ma tutto sommato scorrevole. Attenzione ai gradoni nei tratti esposti e alcuni stretti tornati. Quando il sentiero sembra diventare più scorrevole inizia il bello; un FR decisamente “pepato” e molto tecnico che non lascia respiro, con passaggi trialistici su rocce e gradoni, radici molto esterne e sassoni affioranti decisamente molto “sgarbati” da affrontarsi in velocità e con determinazione, pendenza tra moderata e alta (PL>98%). Si arriva ad uno sterrato e si svolta a DX e ci si può rilassare: lo sterrato scende graduale (solo qualche tratto più ripido), fondo un sasso ben battuto (solo brevi tratti di sassi smossi piccoli) fino in prossimità del paesino di S.Cipriano. Qui si prende una variante cai 3 (che scende verso Lavina Bianca), un bel FR corto ma intenso con discreti passaggi tecnici (una piccola chicca da non perdere). Ad un gruppo di case si prende a SX e si segue una bella carrareccia, si attraversa un pratone e arrivati sulla strada asfaltata la si attraversa e si prende la forestale che sale nel bosco. Dopo una breve salita più ripida, la pendenza prosegue moderata, fondo ottimo (sasso battuto e compresso perfettamente levigato), bosco splendido, ma la salita è davvero interminabile….. Nella parte finale uno strappo molto duro al limite della pedalabilità e si incrocia una carrareccia pianeggiante (tenere la sx) (in alternative alcuni tagli ma da farsi a spinta) . La carrareccia arriva sull’asfalto, prendere a DX e in breve si arriva al passo Niger (e omonimo rifugio) . Al Passo Niger il percorso prevede di seguire un bel sentiero che costeggia la strada asfaltata 1A e che sostanzialmente si mantiene in quota ma i Sali-scendi non mancano (è un po’ più faticoso da pedalare ma secondo me ne vale la pena). Nel primo tratto si tiene la sx della statale poi si passa a dx e si procede per un sentiero e poi una bella forestale al rientro su asfalto, si attraversa la strada e si prende una carrareccia a SX . La strada sale graduale nel primo tratto poi una serie di rampe costringono a spingere la bici, praticamente fino ad incrociare il sentiero di quota (cai 549) poco sotto il Rif. Fronza . Si prosegue a DX e il sentiero in quota è ben pedalabile (occhio che al primo incrocio è meglio tenere il sentiero basso, quello alto è ben poco pedalabile anche se si mantiene in quota ). Il sentiero molto scorrevole scende gradualmente (ma sempre ben pedalabile oltre il 90%) e porta al rif Paolina (splendido il tratto finale di traverso !). Al rif. Paolina si prende a SX e si sale nuovamente con BiS fino alla statua dell’aquila (cai 549 dove si ricongiunge il sentiero alto che si è mantenuto in quota) . Si procede per il 549 (qualche tratto BiS per superare alcune rocce e gradoni) e sia arriva al rif. Roda di Vael . Da qui inizia la discesa finale (o quasi) verso Pera. Il primo tratto è una mulattiera con sassi smossi difficoltà media poi si tiene il sentiero alto (sempre Cai 545) sentiero in leggera discesa ma molto tecnico per sassi e radici; nella seconda parte si fanno sempre più frequenti tratti brevi di salita (per cui visto il fondo BiS). La prima parte ha una PL del 90%, la seconda ca 60-70%. Si arriva su una pista da sci la si risale per un breve tratto e poi a DX il sentiero riprende (qualche Sali-scendi con PL70%) . L’ultimo tratto è sua una tranquilla e piana strada forestale che porta all’arrivo degli impianti (di monte) di Ciampedie. Da qui seguire il sentiero 543 (parte a fianco alla stazione della funivia); questo singletrack è veramente la ciliegina sulla torta. A parte alcuni strettissimi tornantini iniziali non fattibili in sella il resto è un PL 100% e alterna tratti veloci con fondo in terra molto scorrevoli, a tratti tecnici con passaggi su sasso a tornanti e ripidoni, sassi e passaggi su radicioni. Si arriva proprio sopra il parcheggio di Pera. Compagno di avventura : angelo. Ovviamente vanno rispettati i divieti di circolazione in bicicletta nei sentieri in cui sono previsti.

Tracks & Routes


Nome Descrizione Distanza Dislivello salita Dislivello discesa  
CatinaccioLo No Description 0 Km 15 m 9 m
Vedi altimetria
CatinaccioLo No Description 8 Km 626 m 16 m
Vedi altimetria
CatinaccioLo No Description 41 Km 2480 m 3080 m
Vedi altimetria
ShortCut No Description 1 Km 110 m 1 m
Vedi altimetria
ShortCut No Description 0 Km 23 m 0 m
Vedi altimetria
Sterrato No Description 4 Km 76 m 246 m
Vedi altimetria
Variante Alt No Description 2 Km 101 m 56 m
Vedi altimetria
Variante Har No Description 2 Km 235 m 15 m
Vedi altimetria

POIs (Points of Interest)


Picture Description Coordinates Elevation Icon

R.PPrincip Lat: 46.474064 Lon: 11.638880 2607 m
Rif.PassoPrincipe

R.Vajolet Lat: 46.458650 Lon: 11.632486 2251 m
Rif.Vajolet

R.Gardecci Lat: 46.447096 Lon: 11.640076 1952 m
Rif.Gardeccia

Fonte Lat: 46.447043 Lon: 11.639970 1951 m
Fonte

Pk Pera Lat: 46.438735 Lon: 11.693103 1361 m
Pk Pera di Fassa (seggiovia Ciampedie)

R.Negritel Lat: 46.433577 Lon: 11.661428 2002 m
Rif.Negritella

R.Ciampedi Lat: 46.433989 Lon: 11.664102 2010 m
Rif.Ciampedie

R.RDVael Lat: 46.420061 Lon: 11.630218 2284 m
Rif. Roda da Vael

P.Nigra Lat: 46.455998 Lon: 11.585815 1687 m
Passo Nigra

R.P.Nigra Lat: 46.456093 Lon: 11.585734 1687 m
Rif. Passo Nigra

No Auto Lat: 46.445061 Lon: 11.687401 1517 m
No Auto

R.Gardecci Lat: 46.447130 Lon: 11.640164 1957 m
Rif.Gardeccia

R.Bergamo Lat: 46.485019 Lon: 11.629687 2171 m
à di Bergamo

R.Paolina Lat: 46.415690 Lon: 11.614494 2142 m
Rif.Paolina