Nuovo utente?
  Nome utente :     Password :   Remember

4k Alps

Pubblicato da Franco Nicolini  

Print version Email Link Google KML Download

Foto

 
Show thumb images on the map (only if user set it for waypoint)

4k Alps

Pubblicato da Franco Nicolini  


Sci alpinismo
« »
Stato: Italia Inizio: MinEle: 586 m
Regione:
 
Francia, Svizzera, Italia
Fine: MaxEle: 4320 m
Città:
 
Waypoints: 0 Dislivello salita: 32888 m
Distanza:
 
403.4 km
Downloads: 106 Dislivello discesa: 29022 m
Data report:
 
Apr 24, 2006
Pubblicato: Jan 18, 6137 Hits: 9698
           
  Votazione Media

Descrizione

Commenti






4 giugno 2006  4k Alps: Spedizione sospesa


A causa delle disastrose condizioni della neve in quota e delle previsioni meteo ancor più

preoccupanti, Nicolini e Compagnoni decidono di sospendere la spedizione

6 Giugno 2006. Le condizioni di instabilità meteorologica hanno definitivamente prevalso, prima

pregiudicando la sicurezza della spedizione sin dal primo giorno, poi impedendo la prosecuzione

del programma di marcia studiato da Nicolini e Compagnoni.

E’ stato purtroppo il maltempo, con tutte le relative e problematiche conseguenze, l’elemento

caratterizzante di quest’ambiziosa impresa. Quella che possiamo tranquillamente definire una

delle peggiori e più instabili primavere degli ultimi anni è, quindi, la vera causa dell’interruzione della spedizione 4K ALPS.

Sul sito www.4kalps.com è possibile leggere una lettera di Franz Nicolini e Michele Compagnoni

in cui annunciano questa decisione.

Diario:

20 aprile 2006

Vedi altimetria

Alle 5.20 dal rifugio Glacier Blanc a quota 2.542 per la Dome de Neige mt. 4.015 che viene raggiunta alle 8.00 del mattino. Di seguito alle 9.30 la Barre des Ecrins mt. 4.101 Poi la discesa e quindi in bici verso il passo del Monginevro a quota 1.850 fino a raggiungere Cesana Torinese

21 aprile 2006

Vedi altimetria

Trasferimento da Cesana in bici per 23 km fino a Bardonecchia. Superato il tunnel del Frejus (bici a bordo del camper) di nuovo in sella per altri 54 km attraverso la Vanoise fino a quota 1.800 di Boneval

22 aprile 2006

Vedi altimetria

Trasferimento da Boneval con gli sci a Bardonecchia. Alle 6.20 risalita della valle fino a Pont con scollinamento al Col du Montet a mt.3.185 e poi verso il Col de la Vache a mt.2.955 e salito fino al rifugio Chivasso. Discesa della Val Savaranche fino a Pont a mt. 1.960

23 aprile 2006

Vedi altimetria

Partenza alle 6.00 da Pont e arrivo alle 9.00 alla cima del Gran Paradiso mt. 4.061 (unico quattromila interamente italiano) quindi discesa di nuovo a Pont. Con la bici da Pont ad Aosta a quota 583 mt e quindi risalita per circa 50 km della Valpelline fino alla omonima località.

24 aprile 2006

Vedi altimetria

Da Valpelline alle 8.00 in bici per Glacier a mt. 1.560, poi con gli sci al rifugio Amianthè a mt. 2.979, scollinamento del Col Amianthè e del Col de Sonedon mt 3.500 per il bivacco Musso. Con visibilità scarsa risalita al Combin de Valsorey mt. 4.184 e di seguito al Combin de la Tsesette mt.4.141 e al Combin de Grafenerie mt.4.314

25 aprile 2006

Vedi altimetria

Dopo essere ritornati a Glacier dal Gran Combin, ripartenza la mattina per il trasferimento fino al Lago di Place Mouline a mt.1.968

26 aprile 2006

Vedi altimetria

Da Place Mouline passando per il rifugio Aosta per la salita con tempo instabile e scarsa visibilità alla cima della Dent d'Hèrens a mt. 4.179 . Discesa al rifugio Aosta dove il gestore Sig. Maurizio offre simpatia e generosa ospitalità.

27 aprile 2006

Vedi altimetria

La mattina presto partenza dal rifugio Aosta per lo scollinamento del Col de Valpelline a mt.3.568 fino a raggiungere Zermatt.
Le condizioni meteo purtroppo permangono instabili con nevicate persistenti oltre i 2.500 metri.

28 aprile 2006

Da Zermatt inizio della salita che viene interrotta al Plateu Rosa a mt.3.480 a causa delle condizioni meteo proibitive e della nebbia che non consente alcuna visibilità per poter proseguire. Discesa e rientro a Zermatt.

29 aprile 2006

Vedi altimetria

Nuova partenza alle prime luci da Zermatt per ripercorrere il programma del giorno precedente con la salita in successione dalle ore 10 del mattino delle cime del Breithorn West mt. 4.165, del Breithorn Centrale mt. 4.160, del Breithorn Est mt. 4.141 e del Gemello del Breithorn Est mt. 4.106. Dopo la quarta cima della giornata, nel percorso dal Breithorn verso la cima della Roccia Nera, gli alpinisti hanno incontrato problemi per il distacco di un fronte nevoso che ha causato una valanga in quota. Superata la difficoltà, non senza le dovute valutazioni per la sicurezza e con ulteriore dispendio di energia, è stata raggiunta la cima della Roccia Nera a mt. 4.075. Nella fase finale dell'ascesa, per le oggettive difficoltà incontrate sul tracciato a seguito della slavina è andato perso 1 sci e una parte dell'attrezzatura. Discesa a Zermatt.

30 aprile 2006

Vedi altimetria

A Zermatt la giornata è stata dedicata ad una sosta tecnica per ripristinare l'attrezzatura danneggiata il giorno precedente.

1 maggio 2006

ncora 1 giorno di sosta a Zermatt per problemi tecnici.

2 maggio 2006

Considerate le condizioni di pioggia e di maltempo, viene rinviato ogni tentativo di approccio al Gruppo del Rosa e deciso il trasferimento in bici da Zermatt a Saas-Fee.

3 maggio 2006

Vedi altimetria

Da Saas-Fee salita a Alphubel mt. 4.206 per poi continuare sulla cresta del Feekopf a mt. 3.888 sino a raggiungere la cima del Allalinhorn mt. 4.027 . In fase di discesa peggioramento rapido del tempo con nebbia persistente fino al ghiacciaio del Chessjen. Poi continuazione del percorso verso il rifugio Britannia (mt. 3.030) per il pernottamento.

4 maggio 2006

Vedi altimetria

Sveglia alle 4.30 e partenza dal rifugio Britannia per salire la vetta dello Strahlhorn mt. 4.190, che viene raggiunta alle 7.40. Discesa sul ghiacciaio e risalita sino alla cima del Rimpfischhorn mt. 4.199, quindi nuova discesa veloce fino al villaggio di Saas-Fee con arrivo alle 12.30. Da li' trasferimento in bici a Saas-Grund.

5 maggio 2006

Vedi altimetria

Partenza da Saas-Grund con tempo instabile per raggiungere il bivacco della Weissmies-Hutte a quota 2.726. Avanzata in salita fino a circa 3.500 mt e poi percorso in cresta con ascesa alle 9.30 della cima del Lagginhorn mt. 4.010. Discesa sempre con maltempo e neve per raggiungere il bivacco: pernottamento.

 

Rassegna Stampa



21 Aprile 2006
. La spedizione 4K ALPS è finalmente partita. I due alpinisti italiani Franz Nicolini
e Michele Compagnoni hanno già raggiunto la prima vetta: il 20 aprile sono state scalate le cime
della Barre des Ecrins, la vetta più alta del Massiccio dell'Oisans a mt.4.102 e, di seguito, la vetta
della Dome de Neige a mt. 4.015. 
 
Dopo  aver posticipato la  partenza  di  alcune settimane a causa  delle  nevicate straordinarie
dell'ultimo periodo, che hanno aumentato in maniera persistente il rischio di valanghe fino ai
gradi  massimi  e  hanno  condizionato  il  consolidamento  della  neve  in  quota,  Nicolini  e
Compagnoni hanno raggiunto nella notte di mercoledì 19 Aprile la città di Briançon, e da lì sono
partiti la mattina seguente alla volta delle due cime del gruppo delle Ecrins.
 
E' quindi iniziata con  questi due primi successi la spedizione 4K  ALPS, che vedrà  Nicolini  e
Compagnoni impegnati nell'ambizioso tentativo  di concatenare, per la prima volta nella storia,
tutte le 82 cime oltre i 4.000 metri dell'intero arco alpino.


2 Maggio 2006. A distanza di quasi due settimane dalla partenza, avvenuta giovedì 20 aprile 2006
la spedizione 4K ALPS continua. Dopo un inizio in sordina, che ha dato a Nicolini e Compagnon
la possibilità di sondare personalmente le reali condizioni della neve in quota, i due alpinisti italian
hanno raggiunto ieri, 1 Maggio 2006, 12 cime oltre i “quattromila” in 12 giorni.
 
Come racconta lo stesso  Nicolini durante una  sosta: “Il programma sta subendo leggere  ma
continue variazioni a causa della persistenza di condizioni  meteo difficili  e dell’instabilità  della
neve. Ogni giorno valutiamo con estrema attenzione il percorso da intraprendere. Già le
abbondanti  nevicate  dei  mesi  scorsi  ci  hanno  costretto  a  rimandare  la  partenza  per  diverse
settimane a causa del rischio valanghe, e anche ora abbiamo incontrato nevicate oltre i 2.500
metri e frequenti condizioni di visibilità scarsa o addirittura nulla“.
 
Per  mettere  in  risalto  la  connotazione  tutta  italiana  della  spedizione  4K  ALPS,  Nicolini  e
Compagnoni hanno scelto di rimanere il più possibile sul versante italiano dei gruppi montuosi che
affronteranno. Questa decisione comporta, da un lato, l’aumento delle distanze da percorrere
dall’altro  un  maggior  dispendio  di  energie,  poiché  per  i  lunghi  trasferimenti  vengono  utilizzat
mezzi alternativi “a propulsione umana”, come la bicicletta e gli sci d’alpinismo con le pelli di foca.

Tracks & Routes


Nome Descrizione Distanza Dislivello salita Dislivello discesa  
2006-04-17-C 20 aprile 2006: Dome de Neige mt. 4.015, Barre des Ecrins mt. 4.101 37 Km 4574 m 4571 m
Vedi altimetria
2006-04-20-C 21 aprile 2006: Trasferimento da Cesana in bici 50 Km 1007 m 1234 m
Vedi altimetria
2006-04-21-C 22 aprile 2006: Trasferimento da Boneval con gli sci a Bardonecchia. 86 Km 1795 m 1274 m
Vedi altimetria
2006-04-23-C 23 aprile 2006: Gran Paradiso mt. 4.061 50 Km 839 m 1856 m
Vedi altimetria
2006-04-24-C 24 aprile 2006: Combin de Valsorey mt. 4.184, Combin de la Tsesette mt.4.141, Combin de Grafenerie mt.4.314 13 Km 3691 m 360 m
Vedi altimetria
2006-04-25-C No Description 18 Km 978 m 73 m
Vedi altimetria
2006-04-26-C No Description 26 Km 3671 m 2842 m
Vedi altimetria
2006-04-27-C No Description 40 Km 4549 m 5288 m
Vedi altimetria
2006-04-29-C No Description 32 Km 2908 m 3627 m
Vedi altimetria
2006-05-03-C No Description 26 Km 3594 m 2361 m
Vedi altimetria
2006-05-04-C No Description 4 Km 653 m 441 m
Vedi altimetria
2006-05-05-C No Description 21 Km 4629 m 5095 m
Vedi altimetria