Nuovo utente?
  Nome utente :     Password :   Remember

Il Gigante Cusna

Pubblicato da Matteo Bonori « »

Print version Email Link Google KML Download

Mappa

Il Gigante Cusna

Pubblicato da Matteo Bonori « »


Ciclismo MTB
« »
Stato: Italia Inizio: febbio rescadore MinEle: 1084 m
Regione:
 
emilai romagna
Fine: febbio rescadore MaxEle: 2107 m
Città:
 
reggio nell'emilia
Waypoints: 0 Dislivello salita: 1841 m
Distanza:
 
30.8 km
Downloads: 9 Dislivello discesa: 1833 m
Data report:
 
Jun 30, 2012
Pubblicato: Jul 10, 2012 Hits: 979
           
  Votazione Media

Descrizione

Commenti






Giro spettacolare sul crinale del Monte Cusna chiamato anche Il Gigante, infatti ha la sagoma di un uomo morto, i piedi verso Modena e la vetta verso Parma. La vetta è il naso del Gigante.
Seppur di pochi km è un giro impegnativo, anche perché c’è da portare bici a spalla per 1,5 ore.
Da fare solo quando c’è bel tempo, il crinale può essere pericoloso in caso di nebbia e temporali.
 
Partenza Rescadore (località di Febbio dove ci sono gli impianti sciistici)
La prima parte asfaltata fino a Pian Vallese, poi off-road (nel bosco è difficiel la navigazion, ATTENZIONE ALLA TRACCAI).
Usciti dal bosco si raggiunge la forestale che sale da Civago e la si percorre fino a Rifugio Battisti (2,5 ore dalla partenza), dove è consigliata una sosta.
Si sale ancora un poco sui pedali (faticosamente) fino al Passone. Il passone sono i piedi del Gigante.
Dopo si percorre il crinale al 90% a spalla e senza perdere troppo quota si prende la via più facile per la vetta (1,5 ore da Passone)
Dopo una bella sosta comincia la discesa. Saranno 1000m di dislivello in 6,7km molto belli da guidare e mai pericolosi
La traccia è facilmente percorribile, tranne ½ tratti di roccia (il primo tratto è pericoloso) che sono facilmente aggirabili nei pratoni. Divertente è anche trovare linee alternative. Arrivati in prossimità dei Prati di Sara ci sono vie alternative per non percorrere la forestale (chiusa al traffico).
Secondo me è obbligatoria la sosta al Rifugio Monte Orsaro appena prima dell’omonimo paesino, infatti la discesa non è ancora finita ma la birra ha un gusto diverso davanti al panorama del Gigante.
Attraversato il paese si prende il sentiero 609 appena prima dell’ultima casa di colore viola, che in una veloce e sinuosa linea ci porta al paese di Ronco Pianigi. (circa 1/2 ora di discesa senza soste).
La traccia porta al Rifugio Zamboni (Peschiera) per terminare il giro facendo ancora off-road, ma il alternativa basta andare a sx e su asfalto toranre alla macchina.
Totale 5/6 ore

Tracks & Routes


Nome Descrizione Distanza Dislivello salita Dislivello discesa  
Gigante No Description 31 Km 1841 m 1833 m
Vedi altimetria