Nuovo utente?
  Nome utente :     Password :   Remember

Il TRacciolino 01 FR

Pubblicato da Paolo C « »

Print version Email Link Google KML Download

Foto

 
Show thumb images on the map (only if user set it for waypoint)

Il TRacciolino 01 FR

Pubblicato da Paolo C « »


Ciclismo MTB
« »
Stato: Italia Inizio: Verceia MinEle: 211 m
Regione: Lombardia Fine: Verceia MaxEle: 951 m
Città:
 
Lecco
Waypoints: 12 Dislivello salita: 968 m
Distanza:
 
26.4 km
Downloads: 20 Dislivello discesa: 1156 m
Data report:
 
Mar 31, 2012
Pubblicato: Apr 1, 2012 Hits: 1599
           
  Votazione Media

Descrizione

Commenti






Difficoltà tecnica: medio /alta nei FR Impegno fisico necessario: medio/alto  pendenza max in salita +25% e in discesa -33% Cartografia: Carte CTR Periodo consigliato: Tutto l’anno nei periodi asciutti Tipo: All Mountain, FR e asfalto. Località di partenza: Parcheggio sulla Dx all’ingresso di Verceia Accesso: Prendere l’autostrada A1 per Milano, alla tangenziale di Milano prendere i tratto Est e poi il Nordo e seguire uscita per Leco SS36 (strada statale del lago di Como e dello Spluga) . Seguire quest’ultima veloce superstrada e passare Lecco. In prossimità del piccolo lago di Mezzola sulla Dx si trova Verceia. Passato un ponte su un fiume subito a DX si trova un parcheggio (capienza una decina di vetture). Descrizione: Il giro è veramente spettacolare e unico nel suo genere; era tempo che volevamo percorrerlo e con con gli amici Romagnoli (Sergio, Pietro, Mauro e Waffi), con Angelo (ormai pienamente ripresosi dall’ultimo infortunio) e con la guida di Andrea, non potevamo scegliere giornata migliore (a livello di meteo e compagnia). Lasciato il parcheggio si procedere per un breve tratto a nord e poi si prende una salita a DX (via serto e percorso per il Tracciolino). La salita in asfalto è graduale e ben pedalabile (si incontra una fontana sulla SX) con larghi tornanti fino a quota 640m slm, da qui inizia un tranquillo sterrato che procede sempre in salita (ben pedalabile) fino ad un area pic-nic a quota 820m slm con ottima fontana. Poi l’ultimo tratto ca 500m lineari e meno di 100 m di dislivello, è in buona parte a spinta causa la pendenza e grossi gradoni sul tracciato. Si arriva a quota 900m al famoso Tracciolino, una ferrovia costruita attorno agli anni 30 per collegare il punto di arrivo di una ripidissima cremagliera con la Diga di Val dei Ratti. Si prende a DX per una veloce visita alla vecchia diga e ci si rende conto di come sia rapido spostarsi sulla sede ferroviaria assolutamente orizzontale . La pedalbilità è ottima anche dentro la sede ferroviaria in quanto le traversine sono poco sporgenti e in breve si arriva alla diga che merita sicuramente una visita. Poi si ritorna sui ns passi e si segue il Tracciolino verso nord. Il panorama è spettacolare e incredibile anche l’opera ingegneristica con la quale è stata realizzato questo tratto ferroviario incastonato nella roccia; il tracciato non è più largo di 2 m e quasi sempre con parapetto di protezione. Si passa per l’arrivo della teleferica con annessa “stazione” con un simpatico cimelio, una bici a 4 ruote per pedalare sulle rotaie. Si procede e ad un bivio tenere da Sx e seguire la ferrovia (a dx galleria che prendermo poi per andare a S.Giorgio) fino al capolinea che è anche dove di trova la stazione di monte di una incredibile cremagliera che parte da valle con una pendenza spettacolare (ben oltre il 100%); inoltre anche il panorama della vallata è bellissimo. Si ritorna verso la galleria che è molto lunga ( sulla Dx si trova un interruttore per l’illuminazione, comunque un frontalino è consigliabile). Da qui in poi non c’è più la ferrovia e il fondo è piano e ben pedalabile (fare solo attenzione all’altezza delle gallerie !). Si segue il tracciato che presenta una serie di gallerie con scorci incredibili e selvaggi verso valle. Poi si lasciano le gallerie e si entra nel bosco e si incontra un primo bivio per S.Giorgio, ma si passa oltre (questa discesa è quella più semplice e veloce per arrivare a S.Giorgio). Il tracciato prosegue sempre mantenedo rigorosamente la quota e la pedalbilità è sempre ottima (solo un paio di punti in cui il sentiero in terra si restringe). Sulla Sx si incontra il secondo sentiero per S.Giorgio (quello che faremo poi) e a DX quello che sale per Cola, ma procediamo oltre per arrivare fino alla famosa frana che (confermo) non è prorpio transitabile in quanto chiude una galleria che passava in un ripido tratto di roccia, per cui anche se per soli cento metri, non è possibile procedere sul sentiero che arriverebbe in val Cordera verso il rif. Brasca. Torniamo sui ns passi e a DX incontriamo diversi sentieri (quello più percorribile è il secondo) che scendono verso Cordera e consentirebbero che risalire poi in Val Cordera verso il Rif Brasca. Proseguiamo oltre fino a tornare all’incrocio per S.Giorgio /Cola. Prendiamo a DX e il single track all’inizio parte tranquillo, mai poi diventa decisamente più impegnativo; tornanti stretti, gradoni, passaggio tecnici al limite del trialistico su sassoni (fissi) e roccia. Il tratto è quasi tutto pedalabile, decisamente un FR tosto ma divertente ! Arrivati in fondo ad un greto di torrente il sentiero risale deciso (bici in spalla per un paio di tratti di qualche centinaia di m) e si arriva a S.Giorgio, splendido paesino raggiungile solo a piedi (o in MTB !). Anche qui fontana nella bella “piazza” del paese o meglio pratone del paese. Si segue poi il sentiero cai che scende a Valle (c’è anche una alternativa a Sx ma era chiusa per manutenzione, sarà per la prox volta). Si risale per un breve tratto (50m a spinta) e poi inizia l’incredibile serie di tornantini su sasso e roccia, in parte esposti (ma con parapetto di protezione), passaggi tecnici e gradoni. Buona parte dei tornantini sono pedalabili con molta attenzione anche senza ricorrere alla tecnica del “nose press” ! Arrivati a valle si prende un sentiero a SX (e non l’ampia carrabile a DX) e per single track si arriva in località Campo. Qui si prende a Sx e si segue una bella ciclabile lungo lago fino al parcheggio (occhio a prendere il sottopasso della ferrovia giusto !)

Tracks & Routes


Nome Descrizione Distanza Dislivello salita Dislivello discesa  
Cremagliera No Description 0 Km 0 m 14 m
Vedi altimetria
S.Giorgio Ea No Description 1 Km 17 m 205 m
Vedi altimetria
Tracciolino0 No Description 26 Km 949 m 937 m
Vedi altimetria
x Cremaglier No Description 0 Km 1 m 0 m
Vedi altimetria

POIs (Points of Interest)


Picture Description Coordinates Elevation Icon

Sterrato Lat: 46.198640 Lon: 9.471049 638 m
Sterrato inizio

x S.Giorgi Lat: 46.217941 Lon: 9.476805 0 m
X S.Giorgio easy

Cremaglier Lat: 46.211282 Lon: 9.470504 898 m
Cremagliera (stazione monte)

S.Giorgio Lat: 46.218620 Lon: 9.471240 759 m
S.Giorgio

Area PicNi Lat: 46.198428 Lon: 9.475668 815 m
Area PicNik

Fonte Lat: 46.198310 Lon: 9.475689 812 m
Fonte

Diga Lat: 46.199611 Lon: 9.489509 910 m
Diga

Teleferica Lat: 46.214976 Lon: 9.460415 277 m
Teleferica

Pk Verceia Lat: 46.201335 Lon: 9.454432 212 m
Pk Verceia

PoV Lat: 46.211509 Lon: 9.470602 910 m
PoV Cremagliera

Frana Lat: 46.238341 Lon: 9.481119 926 m
Frana

Chiesa S.G Lat: 46.218868 Lon: 9.470838 758 m
Chiesa S.Giorgio